I netbook spariranno entro il 2015

Secondo IHS, i netbook spariranno entro il 2015.

Principale responsabile? Il dominio di iPad

E’ noto come l’industria dei PC stia risentendo negli ultimi anni della crescita esponenziale che il settore mobile sta avendo. Secondo una previsione di IHS, a risentirne particolarmente saranno i netbbok, ai quali vengono pronosticati ancora due anni di vita al massimo.

Secondo le idee dei produttori, i netbook avrebbero dovuto rappresentare il principale ponte di collegamento tra i dispositivi mobili e i PC tradizionali, proponendosi come un ibrido che accomunasse portabilità e prestazioni. La categoria raggiunse il picco di presenza nel 2010, con circa 32,14 milioni di unità vendute. Il 2010 fu anche l’anno in cui iPad invase il mercato, colpendo duramente il settore e bloccando la crescita dei netbook.

iSuppli IHS ha pubblicato un rapporto che afferma come le spedizioni che questi dispositivi godranno durante il 2013, potrebbe attestarsi attorno al 10 % del volume totale riscontrato durante il 2010. Un calo di vendite palpabile che prevede per il 2014 la movimentazione di sole 264.000 unità, contro le le 397.000 pripotizzate per l’anno in corso. Entro il 2015, IHS ritiene che il segmento sarà definitivamente morto.

L’analista Craig Stice, afferma come la grande popolarità di questi dispositivi, abbia subito un rapido calo con la commercializzazione di iPad, una vera rivoluzione che Appleintrodusse proprio per attaccare il mercato dei netbook, rivedendo completamente il concetto di portabilità e prestazioni. Steve Jobs respinse più volte l’idea di commercializzare un netbook targato Apple, affermando nel 2008 che ” Non è nel nostro DNA produre un computer da 500 $ che altro non è che spazzatura “.

Con la presentazione di iPAd nel 2010, Apple convinse tutti, introducendo una vera e propria terza categoria con una propria personalità, consolidando ad oggi una posizione di predominio nel segmento.

ipad-ihs